Il Comfort è un buon investimento

Un buon serramento deve soddisfare tutti i requisiti imposti dalla normativa europea e quindi possedere tutte le seguenti caratteristiche:

ISOLAMENTO TERMICO

L’isolamento termico infissi è rappresentato dalla trasmittanza termica Uw dei serramenti.

È molto importante perché essendo l’obiettivo del risparmio energetico quello di minimizzare la dispersione di calore, è necessario che gli elementi costituenti l’involucro edilizio abbiano un basso valore di trasmittanza termica, così da ridurre la quantità di calore disperso.

Quindi più basso è il valore Uw del serramento meno sarà la dispersione di calore.

ISOLAMENTO ACUSTICO

Il rumore costituisce un tipo di inquinamento in grado di causare alterazioni delle normali funzioni fisiologiche, determinare condizioni di stress psicologico, di malessere generale e di disagio.
La scelta del serramento esterno e quindi l’isolamento acustico delle finestre va correlata alla destinazione d’uso del locale nel quale l’infisso deve essere inserito e al livello di rumore esterno. In tal senso, scegliere un infisso significa prendere in considerazione:
- la rumorosità esterna (dipendente dalla zona, dal traffico, dal grado di urbanizzazione);
- la destinazione dell’ambiente interno (può essere abitazione, ufficio, ospedale);
- i valori di riferimento secondo il D.P.C.M. del 5/12/1997;
- la classe di permeabilità all’aria del serramento deve essere la più alta possibile.
È importante sottolineare che l’efficacia dell’isolamento acustico dipende da 3 fattori:
- materiale del telaio
- il vetro isolante
- particolare attenzione, inoltre, deve essere prestata durante la posa in opera per evitare ponti acustici che vanificano le prestazioni della finestra.

PERMEABILITA' ALL'ARIA

La permeabilità all’aria di un serramento è la capacità di una finestra chiusa di lasciar filtrare aria nel caso di una differenza di pressione tra interno ed esterno e riguarda solo ed esclusivamente il serramento, non in opera, definendone il flusso che lo attraversa, tra parte fissa e mobile.
La classificazione si valuta misurando le perdite d’aria conseguenti alle pressioni applicate (Pascal – Pa), in ottemperanza alla norma UNI EN 12207 che prevede cinque classi di prestazione (0,1,2,3,4).
La migliore è la Classe 4, che identifica un serramento con un’ottima tenuta all’aria.
Tale prova è resa obbligatoria dalla normativa della marcatura CE, va sottolineato che ai fini della marcatura, un serramento è “conforme” anche se di Classe 1.

TENUTA ALL'ACQUA

La tenuta all’acqua di un serramento, è la capacità di impedire infiltrazioni d’acqua sotto l’azione di una pressione differenziale (Pascal – Pa) tra interno ed esterno analoga a quella della prova di permeabilità all’aria e riguarda solo ed esclusivamente il serramento, ovviamente non in opera.
La UNI EN 12208 per la tenuta all’acqua dei serramenti definisce nove classi, dalla 1A alla 9A; La migliore è la Classe 9A, che identifica un serramento con ottima tenuta all’acqua.
Tale prova è resa obbligatoria dalla normativa della marcatura CE, va però detto che, anche in questo caso, un serramento è conforme qualunque sia la classe di merito ottenuta.

RESISTENZA AL VENTO

La resistenza al vento di un serramento è quella capacità dell’infisso che, sottoposto a forti pressioni e/o depressioni, mantiene una deformazione ammissibile, e quindi conserva le sue proprietà e salvaguarda la sicurezza degli utenti.
La UNI EN 12210 classifica l’infisso, a seconda delle pressioni (Pascal – Pa) del vento in cinque classi (1,2,3,4,5) e tre classi per le deformazioni permanenti subite (A,B,C); l’abbinamento codifica la prestazione (C3,B5,A1 ecc).

POSA IN OPERA

La posa in opera è un passaggio fondamentale, un momento critico che poco prima di vedere l’infisso montato all’interno della vostra casa o del vostro ufficio, può esaltarne le qualità costruttive oppure vanificare tutto. In particolare si tratta di un procedimento tecnico complesso che deve essere affidato a personale specializzato e qualificato.
Un montaggio dei serramenti ben eseguito seguendo le indicazioni della norma vigente UNI -11673-2 vi garantirà le migliori prestazioni dell’infisso, sia per quel che riguarda l’isolamento acustico, quello termico, e anche per la sicurezza antieffrazione.
Di contro, una posa in opera non adeguata sottoporrà le vostre finestre all’usura degli agenti esterni, come acqua e vento, e consentirà un maggior passaggio dell’aria dall’interno verso l’esterno e viceversa, vanificando l’isolamento termico e facendo lievitare i costi delle bollette per il riscaldamento d’inverno e la climatizzazione d’estate.
Questo senza considerare anche il possibile formarsi di condense e muffe che potrebbero avere ripercussioni negative sulla vostra salute.
Si tratta senz’altro di ottimi motivi per informarvi anche sul montaggio delle finestre e affidarvi a dei veri professionisti in questo settore.
×

Salve!

Clicca su uno dei nostri addetti qui di seguito, per avere assistenza tramite WhatsApp o inviaci una e-mail a info@finestralife.it

 

× Parla con noi su WhatsApp